Vi forniamo
la lista dei paesi dove è permessa la maternità surrogata

Benvenuti nel mondo della Maternità Surrogata (Utero in affitto)

La maggioranza sceglie Gestlife, agenzia di maternità surrogata in Italia

Gestlife Agenzia di utero in affitto


Siamo il primo studio legale con assistenza integrale utero in affitto in Italia



Ogni anno, centinaia di coppie, o di single, si rivolgono al utero in affitto per realizzare il sogno della loro vita: diventare genitori.

Dopo più di 400 genitori soddisfatti, ma con la filosofia che "si può sempre fare meglio" in GESTLIFE siamo più di 40 professionisti della maternità surrogata in Spagna, al suo servizio, con uffici e personale proprio all'estero, per darvi il servizio e le garanzie che merita.

In GESTLIFE lavoriamo con tutti i paesi dove utero in affitto è legale e le procedure possono essere eseguite con piena garanzia. A causa dell'estensione delle informazioni, le consigliamo comunque di contattare uno dei nostri consulenti familiari senza alcun impegno, e saremo lieti di analizzare il suo caso specifico, al fine di consigliarle la destinazione più adatta alle sue esigenze.



Quali sono le fasi del processo del utero in affitto?



utero in affitto
1. Tutto inizia quando una coppia vuole avere dei figli, ha provato di tutto ma quel momento non è arrivato e ricorre al utero in affitto


2. Cerca su INTERNET e trova l'agenzia di utero in affitto GESTLIFE in Italia, compila il modulo di richiesta informazioni per telefono o Skype



utero in affitto
3. PRENOTATE UNA VISITA CON GESTLIFE e un assistente familiare esperto in utero in affitto vi informerà GRATUITAMENTE sul miglior programma in base alla sua storia medica e civile ed ai sui mezzi finanziari.


4. FIRMA DEI CONTRATTI: Può essere fatta di persona a Barcellona o a distanza. Ottenimento dei rapporti medici finali e selezione del donatore e della donna incinta.



utero in affitto
5. PRIMO VIAGGIO: Pick up all'aeroporto con un accompagnatore nella vostra lingua e trasferimento agli appartamenti GESTLIFE, con assitenza del personale nella vostra lingua. Vitto e alloggio inclusi. Consegna di un telefono cellulare locale.


6. Visita agli uffici e presentazione del team GESTLIFE a Kiev Firma del contratto con il gestore davanti a un notaio. Visita alla nostra clinica. Donazione di materiale genetico nella nostra clinica di Kiev. Firma del contratto con la nostra clinica.
utero in affitto


7. TRATTAMENTO FIV con PGD e selezione del sesso se è stata scelta l'opzione STANDARD PLUS. Primo trasferimento di embrioni.

8. Test di gravidanza HGC TEST POSITIVO. Prima ecografia (possibilità di assistere all'ecografia). Rapporti periodici con gli ultrasuoni. Informazioni totali attraverso l'esclusivo sistema INFONOW
utero in affitto


9. NASCITA DEL BAMBINO E SECONDO VIAGGIO. Accoglienza dei genitori e trasferimento agli appartamenti GESTLIFE. Vitto e alloggio inclusi. Assistenza del personale nella sua lingua negli appartamenti.

10. Consegna di un corredino con tutto il necessario per il bambino. VISITA ALL'OSPEDALE per prendere il bambino. Accompagnamento agli appartamenti. Babby sitter a casa e pediatra a casa.
utero in affitto nella UE


11. ELABORAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE. Visita all'anagrafe per la registrazione del bambino Traduzione e preparazione dei documenti (compresa l'apostilla). Test del DNA. Appuntamento all'ambasciata per il passaporto del bambino.

12. VIAGGIO DI RITORNO. Accompagnamento all'aeroporto con il nostro avvocato. Ritorno in Italia in Business Class con accesso alla sala VIP.
utero in affitto

utero in affitto
>

utero in affitto
utero in affitto


utero in affitto


utero in affitto beve


utero in affitto italia
utero in affitto

Come funziona un utero in affitto?


Usiamo prima di tutto i termini giusti. È comune vedere nei media il termine "utero in affitto in Italia" o "madre in affitto in Italia" quando in reltà non si affittano né uteri né madri. Il termine corretto è madre surrogata e maternità surrogata. Una madre surrogata è una donna che accetta, d'accordo con l'altra parte, di rimanere incinta con l'obiettivo di dare alla luce un figlio che sarà cresciuto da una coppia o da una sola persona, come se fosse suo. Si tratta di una maternità per sostituzione attraverso un contratto di maternità. Per maggiori informazioni clicchi qui.
utero in affitto nelle italia
È corretto dire utero in affitto?

Per molti anni abbiamo ascoltato un dibattito etico-linguistico-morale su come chiamare o denominare queste Tecniche di Riproduzione Assistita (ART), riconosciute dal corpo principale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come dal nostro sistema giuridico, anche se non è permesso nominarle in modo molto specifico.


Perchè lo chiamano "Utero in affitto"?

Ci sono diverse terminologie, maternità surrogata o gestazione per sostituzione, un termine usato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). invece di maternità surrogata in Italia.

I gruppi femministi o contro questa tecnica, di solito usano il termine surrogato o utero surrogato, in modo peggiorativo, alludendo ad un degrado dovuto all'uso del corpo femminile per lo scambio di denaro.

È chiaro che una donna non è qualcosa che può essere affittata, né lo è il suo utero, le donne incinte sono donne che non rinunciano al loro utero, ma piuttosto alla loro capacità di gestazione per le persone che vogliono formare la loro famiglia.

Anche il termine di utero in affitto non è corretto, in quanto la donna incinta non si surroga né affitta la cura dei bambini una volta nati. Questo deriva da una traduzione errata da altre lingue che usano il termine inglese "surrogate mother". Sono i futuri genitori che si prendono cura della maternità dei loro figli nati attraverso la maternità surrogata.
beve utero in affitto


Che cos'è el utero in affitto?
La maternità surrogata, o il cosiddetto utero in affitto, si verifica quando una donna porta in grembo una gravidanza e dà alla luce un bambino che, geneticamente e legalmente, appartiene ad altri genitori. La madre gestante o madre surrogata è, quindi, la donna che, in accordo con una persona o una coppia che saranno i genitori designati, accetta che l'embrione generato in precedenza venga trasferito nel suo utero mediante la Riproduzione Assistita al fine di rimanere incinta di quell'embrione, portarlo a termine e partorire al posto dei suddetti futuri genitori.

Questo si chiama maternità surrogata, maternità per altri, utero in affitto, ecc.
L'OMS nomina la donna che svolge questo processo di gestazione volontaria presso i genitori che desiderano diventare genitori surrogati. "Madre surrogata", una donna che porta avanti una gravidanza avendo accettato di far nascere il bambino dai genitori designati. I gameti possono provenire dai genitori e/o da terzi.

https://www.who.int/reproductivehealth/publications/infertility/art_terminology_es.pdf?ua=1

Una volta spiegato cos'è, vediamo che l'OMS chiama questa tecnica come Gestazione per Sostituzione, la nostra Legge di Riproduzione Assistita del 1988 come quella in vigore nel 2006, dopo la sua parziale riforma con la Legge 19/2015, ne include una contro i contratti di gestazione per sostituzione. L'articolo 10 prevede espressamente che "la filiazione dei figli nati in gestazione per sostituzione è determinata dalla nascita e che è salvaguardata l'eventuale azione di rivendicazione della paternità nei confronti del padre biologico".

https://www.boe.es/buscar/act.php?id=BOE-A-2006-9292

Allora perché alcuni lo chiamano surrogato?

È una terminologia che viene usata soprattutto dai detrattori di questa tecnica per sottolineare che c'è una percezione monetaria da parte della donna gestante che esegue il processo, alludendo al fatto che queste donne non hanno libertà di scelta. Che sono condizionate dal fatto di cadere nelle trappole del liberalismo e del capitalismo. "In questi casi quello che vuole è chi può scegliere, chi ha i privilegi e il potere".

https://www.eldiario.es/zonacritica/liberalismo-vientres_de_alquiler-gestacion_subrogada-maternidad-barbijaputa_6_624397573.html

Senza entrare in dibattiti etico-morali, è importante sottolineare che chi si pronuncia a favore della gravidanza surrogata utilizzerà una terminologia scientifica rispetto alle persone che vi partecipano. E quelle persone o gruppi di persone che sono chiaramente contro le tecniche di maternità surrogata si posizioneranno per chiamarla surrogato, in un modo chiaramente peggiorativo in cui stiamo comprando una donna per darci il suo bambino. Fermo restando quanto sopra, non c'è dubbio che la gestazione per sostituzione è una realtà della società del nostro tempo, in quanto costituisce una possibilità tecnica alla quale attualmente ricorrono molti cittadini italiani.

Il Gruppo di Etica e Buona Pratica Clinica della Società Spagnola di Fertilità (SEF), l'organismo al quale sono affiliate tutte le cliniche di riproduzione assistita in Spagna, il suo comitato etico ha redatto la "PROPOSTA DI BASE GENERALE PER LA REGOLAMENTAZIONE DELLA GESTIONE RIPRODUTTIVA IN SPAGNA".

https://www.sefertilidad.net/docs/grupos/etica/propuestaBases.pdf

Ritiene che "Non ci può essere un prezzo da pagare alla donna gestante, ma una compensazione finanziaria per il disagio, comprese naturalmente le spese mediche relative alla gravidanza che non sono coperte. Deve essere la pubblica amministrazione a stabilire una base omogenea per la determinazione del compenso per la donna gestante, preferibilmente attraverso enti o commissioni che includano alcune persone con una formazione in bioetica".
Per questo motivo il suddetto requisito di gratuità non è incompatibile, almeno sul piano teorico o concettuale, con la possibilità di risarcimento dei disagi causati. Già la legge sulla riproduzione assistita in Europa, per quanto riguarda la donazione di gameti ed embrioni, ammette che può esserci una compensazione finanziaria che può solo compensare strettamente il disagio fisico e i costi di viaggio e di lavoro che possono derivare dalla donazione e non può essere un incentivo economico per essa.

È curioso che siano passati più di 30 anni dal primo caso InVitro in Spagna, ma questi gruppi che si oppongono a questa tecnica di riproduzione assistita non chiamano la donazione di gameti come "vendita di embrioni", "affitto di ovuli",... e chissà cos'altro sta succedendo.
Questi gruppi il più delle volte dimenticano che dietro queste tecniche di riproduzione assistita c'è qualcosa di eccezionale e giustificato solo quando c'è un'indicazione medica per tale tecnica nella coppia committente o nella donna committente single, debitamente documentata, o una situazione di sterilità strutturale (coppia omosessuale maschile o uomo senza partner), avendo esaurito, se del caso, altri trattamenti di fertilità.
Stiamo parlando di futuri cittadini che non possono esprimersi oggi e che vengono discriminati e i cui diritti costituzionali vengono violati con queste terminologie che possono chiaramente danneggiare il loro sviluppo come liberi cittadini.



Quali sono le differenze tra il utero in affitto gestazionale o completa el uttero in affitto tradizionale o parziale?


Il utero in affito tradizionale, la donna incinta utilizza il proprio ovulo e viene inseminata artificialmente con lo sperma del futuro padre o di un donatore. La donna gestante porta in grembo e partorisce il bambino e poi, in qualità di madre biologica del bambino, deve rinunciare ai suoi diritti di genitore affinché il bambino possa essere cresciuto dai genitori designati. Oggi questa tecnica è meno comune e non è raccomandata a causa dei diritti dei genitori e della salute psicologica della donna incinta. Nella GestLife non eseguiamo processi di utero in affitto di questo tipo.

Il utero in affitto tradizionale o parziale, dovuta principalmente alla complessità giuridica ed emotiva della tradizionale, è la più raccomandata.
Nella tradizionale o parziale, la donna gestante non ha alcun legame biologico con il bambino. La fecondazione in vitro (FIVET) viene eseguita con l'ovulo della futura madre o di una donatrice e lo sperma del futuro padre.
In alcuni paesi il prezzo richiesto da una madre gestante varia da zero nella precedente legge del Portogallo (ora annullata dalla Corte costituzionale del paese Luso), o da 20.000 dollari canadesi in Canada. In Canada, pagare un importo superiore a quello della donna gestante, o per qualsiasi altro motivo, è un reato punibile con la reclusione.
utero in affitto

Contattateci


Siamo qui per guidarvi e risolvere qualsiasi dubbio che abbiate riguardo i procedimenti di maternità surrogata e dei servizi che offriamo in GestLife.

Programmare chiamata

Indicateci giorno ed ora e vi chiameremo senza impegno.

HAZ CLICCATE QUI

Informazioni con chiamata

Se desiderate che vi contattiamo per telefono

HAZ CLICCATE QUI

Informazioni senza chiamata

Se volete informazioni senza essere contattati telefonicamente.

HAZ CLICCATE QUI

Contatto telefonico

Se volete chiamarci ora
+34 935 241 582

HAZ CLICCATE QUI

Contattateci

Siamo qui per guidarvi e risolvere qualsiasi dubbio che abbiate riguardo i procedimenti di maternità surrogata e dei servizi che offriamo in GestLife.

Programmare chiamata

Se desiderate programmare una chiamata, indicateci giorno e ora per potervi contattare.

CLICCATE QUI

Informazioni con chiamata

Se desiderate che vi contattiamo per telefono

CLICCATE QUI


Informazioni senza chiamata

Se volete informazioni senza essere contattati telefonicamente.

CLICCATE QUI

Contatto telefonico

Se volete chiamarci ora
+34 935 241 582

CLICCATE QUI

Contattateci


Siamo qui per guidarvi e risolvere qualsiasi dubbio che abbiate riguardo i procedimenti di maternità surrogata e dei servizi che offriamo in GestLife.



PROGRAMMARE CHIAMATA

Se desiderate programmare una chiamata, indicateci giorno e ora per potervi contattare.

CLICCATE QUI




INFORMAZIONI CON CHIAMATA

Se volete informazioni
e che vi contattiamo per telefono

CLICCATE QUI





INFORMAZIONI VIA EMAIL

Se volete informazioni
senza essere contattati telefonicamente.

CLICCATE QUI

CONTATTO TELEFONICO

Se volete chiamarci ora
+34 935 241 582

CLICCATE QUI



La genitorialità ha cambiato le nostre vite. C'è stato un prima e un dopo. E il dopo, è stato molto meglio. Quindi abbiamo iniziato anni fa questo viaggio, per rendere reale l'irreale, e possibile l'impossibile. Oggi siamo più di 100 persone in 7 paesi.