Vi forniamo
la lista dei paesi dove è permessa la maternità surrogata

Maternità surrogata in Italia

Gestlife rende possibile l'impossibile

Gestlife agenzia di maternità surrogata in Italia

Benvenuti in Gestlife

La maternità surrogata in Italia la nostra proposta


A volte può sembrare che un'azienda come la nostra, dedicata alla maternità surrogata in Spagna, possa essere fredda o impersonale. Ma la realtà del nostro caso è ben diversa. Perché è formata da persone che sono genitori nella maggior parte dei casi (altri sono in procinto di diventare genitori grazie alla maternità surrogata), che sono uniti soprattutto dalla passione per i bambini, e per realizzare ciò che la natura, a un certo punto, ci ha negato .

La genitorialità ha cambiato le nostre vite. C'è stato un prima e un dopo. E il dopo, è stato molto meglio. Quindi abbiamo iniziato anni fa questo viaggio, per rendere possibile l'irreale, l'impossibile. Oggi siamo più di 100 persone in 7 paesi, dedicati alla maternità surrogata

Con la solvibilità e la struttura di una multinazionale che garantisce l'assenza di improvvisazione, in qualcosa di così importante, come lo è realizzare il sogno di avere un figlio.



Premiato con il sigillo d'oro eKomi!

gravidanza surrogata
Previous Next

maternità surrogata Cos'è?

La gravidanza surrogata in Italia

La risposta alla domanda "Cos'è la maternità surrogata?": La maternità surrogata è una tecnica di riproduzione assistita, con la quale un embrione viene messo in gestazione nel grembo materno di una donna, che non sarà la sua madre biologica, poiché l'embrione impiantato non ha alcun legame genetico con lei.

Ogni anno, centinaia di coppie, o di single, si rivolgono alla maternità surrogata per realizzare il sogno della loro vita: essere genitori.

La maternità surrogata è un processo complicato in cui si mescolano la medicina più avanzata, le leggi di ogni paese (quasi sempre contraddittorie o incompatibili), lingue e costumi diversi. È un processo complicato in cui nulla può essere lasciato al caso. Non è un lavoro per "dilettanti", con buone intenzioni ma poca esperienza.


La gravidanza surrogata è anche volgarmente chiamata utero in affitto in Italia, è una tecnica di riproduzione assistita nella quale la donna, chiamata gestante, offre la sua capacità gestazionale ad un'altra persona o futuri genitori, anche chiamati genitori committenti, in modo tale da poter realizzare il loro sogno di essere genitori.

Il procedimento di maternità surrogata in Italia si realizza mediante una fecondazione in-vitro o FIV’s, nella quale si estraggono i gameti dallo sperma del padre e gli ovuli della futura madre. Nel caso in cui uno di questi non possa donare i suoi gameti, si può ricorrere alla donazione di gameti, sia tramite ovuli che sperma, nel paese dove si realizza il procedimento di maternità surrogata.



Gravidanza surrogata in Italia;

La maternità surrogata è legale in Italia?



In Italia c’è una legge che regola la maternità surrogata, vietata dal nostro ordinamento. Violarla significa avere ripercussioni penali e amministrative per chiunque e in qualsiasi modo favorisca questa pratica. In particolare si tratta di medici, infermieri, avvocati, cliniche e anche agenzie che fanno da tramite tra le coppie che vogliono un figlio e le donne che si rendono disponibili a portare a termine una gravidanza per altri.

I casi di gravidaza surrogata all’estero di coppie italiane che desiderano un figlio sono in continua continuo aumento e questo ha portato a intentare diverse cause. Queste ultime hanno dovuto affrontare il problema di dover registrare l’atto di nascita di un bambino nato all’estero che doveva essere trascritto all’anagrafe italiana.

Si tratta di un’operazione che tecnicamente a livello legislativo non è facile, anzi è impossibile. L’ostacolo è rappresentato dal fatto che di fatto vengono rese delle dichiarazioni non vere all’Ufficiale di Stato, in quanto la madre naturale non c’è, specie nel caso di donne single. In alcuni casi per questi bambini è stata disposta la disponibilità all’adozione o comunque sono state avviate delle battaglie legali perché le coppie non perdessero i figli.

Oltre alle questioni strettamente legislative, che sono contrarie a quanto disposto dal nostro ordinamento, si pongono anche quelle etiche.

In Italia il dibattito continua, specie per le coppie che si trovano a dover provare il fatto di essere genitori a seguito della scelta di una maternità surrogata.

A causa dell'approccio che la nostra amministrazione fornisce alla documentazione fornita dai genitori che hanno avuto un figlio attraverso la gravidanza surrogata, dobbiamo dividere i paesi in due grandi gruppi:

- Quei paesi che emettono una sentenza giudiziaria in merito al processo di maternità surrogata, il risultato di un processo supervisionato da un giudice
- Quei paesi che hanno scelto di rilasciare un certificato di nascita in cui vengono riconosciuti i due genitori del bambino nato in maternità surrogata

Gestlife

La maternità surrogata in Italia


En Gestlife siamo specializzati nel rendere possibile l'impossibile. Siamo l'agenzia di maternità surrogata numero 1 in Italia e a livello internazionale.

Più di 100 persone in 7 paesi che si dedicano alla realizzazione del tuo sogno tramite procedimenti di maternità surrogata. Garanzia di successo al 100%

La maggior parte delle persone sceglie Gestlife.

Gestlife agenzia di maternità surrogata in Italia

MATERNITÀ SURROGATA
IN 7 PAESI

Maternità surrogata in Italia in tutta sicurezza.

Prezzi fissi e trasparenti.

Finanziamenti personalizzati.

Gestlife agenzia di maternità surrogata in Italia

VERITÀ E MENZOGNE SULLA MATERNITÀ SURROGATA

Chiariamo alcuni aspetti che vi aiuteranno a comprendere meglio il procedimento della maternità surrogata.


NON CREDIATE A TUTTO QUELLO CHE VI DICONO

Gestlife agenzia di maternità surrogata in Italia

9 ANNI DI ESPERIENZA NELLA MATERNITÀ SURROGATA

Siamo l'agenzia leader nel settore della maternità surrogata in Italia

NON SIAMO INTERMEDIARI

Strutture proprie in tutti i paesi

Concetti medici della maternità surrogata

1a Fase: Studio medico della donna incinta

Dobbiamo tenere a mente, perché è importante quando si contano le scadenze, che alcuni dei test medici non possono essere avviati fino al termine del periodo mestruale mensile della donna incinta. Se siamo fortunati e la donna gestante sta per finire un ciclo possiamo iniziare quasi immediatamente. Ma, se è all'inizio del ciclo, perderemo 3-4 settimane in attesa che finisca, il che può inevitabilmente allungare il periodo di selezione per la maternità surrogata.

A seconda dei risultati del test, è possibile ordinare ulteriori test e diagnosi. Se i risultati dei test non rientrano nella norma e devono essere effettuati alcuni trattamenti (purché non vi siano controindicazioni per la partecipazione al programma di maternità surrogata), il medico specializzato in riproduzione assistita sviluppa un piano di trattamento completo, a condizione che questo sia di breve durata. Successivamente, vengono eseguiti i test di controllo e, se lo ha superato, può ora partecipare a un programma di maternità surrogata. Questo è il motivo per cui possono passare 2-3 mesi nella prima fase di revisione delle prove e all'inizio della preparazione dell'endometrio. Anche se una donna gestante ha superato tutti gli esami medici in modo favorevole per una maternità surrogata, si deve tener conto che, necessariamente, verrà effettuato un aggiornamento delle analisi al momento della partecipazione e assegnazione della donna gestante a una famiglia, poiché che le circostanze mediche e personali potrebbero cambiare dall'oggi al domani. La maggior parte viene aggiornata ogni mese. Eseguite tutte le prove si tiene un nuovo colloquio per concordare l'inizio del programma. In caso di accettazione per maternità surrogata, l'azienda è vincolata contrattualmente e comunica alla famiglia l'assegnazione definitiva della gestante.

2a fase: inizio del programma di maternità surrogata

Tra il primo e il terzo giorno del ciclo, la donna gestante inizia ad assumere farmaci. Tra i giorni 9 e 12 del ciclo, la donna gestante si reca per il primo controllo presso la clinica di riproduzione umana. Durante l'esame, il medico esegue un'ecografia di controllo degli organi della piccola pelvi e una visita ginecologica, per dare consigli alla donna gestante.

Dopo l'ecografia iniziale, la donna gestante deve eseguire diverse ecografie transvaginali (2-4) volte, secondo la prescrizione dello specialista in riproduzione assistita.

Se la crescita dell'endometrio corrisponde ai parametri richiesti, viene assegnata la data del trasferimento dell'embrione (19-25 giorni del ciclo). Se non corrisponde, potrebbero essere necessari da 2 a 3 mesi fino all'impianto, oppure puoi scegliere di cambiare la donna gestante, il che ci riporta nella casella di partenza nel processo di maternità surrogata.

3a Fase: fecondazione in vitro

È previsto un secondo viaggio alla clinica di riproduzione per il trasferimento degli embrioni. Qualche giorno prima della data prevista per il trasferimento dell'embrione, lo specialista della riproduzione assistita prescrive farmaci aggiuntivi, lo fa individualmente, in base al background ormonale della donna gestante e ai risultati ecografici.

Dopo il trasferimento degli embrioni nella cavità uterina della donna gestante, lo specialista della riproduzione assistita prescrive farmaci aggiuntivi per continuare la gravidanza tramite maternità surrogata. L'elenco dei farmaci è individuale per ogni donna gestante.

Per la conferma della gravidanza tramite maternità surrogata, quattordici giorni dopo il trasferimento degli embrioni viene effettuato il test del sangue di HCG. Se c'è qualche minaccia o il risultato del test HCG è dubbio, potrebbe essere possibile eseguire i test HCG in dinamica, fino a quattro volte. Sebbene non sappiamo ancora con certezza che la donna gestante sia incinta, questa è la quarta settimana di gravidanza perché inizia a contare dal primo giorno dell'ultimo periodo mestruale. Il bambino è solo una pallina microscopica chiamata "embrione" e la verità è che ancora non somiglia molto a un bambino. Ha le dimensioni di un seme di papavero. In questa settimana sta crescendo il sacco amniotico, il sacco in cui il bambino galleggerà nel liquido amniotico per tutta la gravidanza. In caso di risultato positivo all'HCG, dopo 10 giorni, viene eseguita un'ecografia per confermare la gravidanza. Anche la gravidanza è considerata valida alla settimana 12, con il battito cardiaco del bambino.

Questi sono i passaggi per selezionare una donna gestante per un serio processo di maternità surrogata e sono anche usati per scegliere un donatore. Pertanto, il termine non può essere di tre mesi e, se lo è, dobbiamo essere sospettosi.

Nel caso in cui tu abbia scelto di utilizzare i tuoi stessi ovuli per il processo di maternità surrogata, la madre intenzionale deve iniziare un processo di stimolazione utilizzando un farmaco che di solito dura circa 15 giorni, e che la stimola in modo che, invece di un ovulo , generi 10-15 ovuli. Alcune cliniche di maternità surrogata richiedono la presenza della madre committente per quei 15 giorni nel paese di destinazione, mentre altre consentono la metà del processo di stimolazione in Italia, viaggiando tra l'8 ° e il 10 ° giorno nel paese di destinazione in cui si svolgerà la puntura ovarica.

La parte del marito in questa fase di maternità surrogata è più semplice. Ti chiederanno di donare lo sperma una o due volte. Per la prima donazione, ti verrà chiesto cinque giorni prima del viaggio, di eiaculare e astenersi dal sesso per quattro giorni prima della donazione per le maternità surrogata. Una volta che si hanno gl ovuli e lo sperma, si passa al laboratorio, che creerà gli embrioni. Fino a qualche anno fa, i processi di maternità surrogata venivano eseguiti al momento. In altre parole, la coppia doveva viaggiare in una data ben precisa, poiché i cicli della donna gestante e del donatore dovevano essere coordinati, il maschio doveva essere presente per la donazione, generare gli embrioni, farli crescere tra 3 e 5 giorni e impiantare, senza congelare i primi embrioni. Il resto era congelato.

Ora, grazie al fatto che in molti paesi è possibile effettuare una diagnosi genetica preimpianto per la maternità surrogata. Questo test viene eseguito rimuovendo le cellule dall'embrione. L'estrazione delle cellule non mette in pericolo l'embrione e permette di verificare che non vi siano malformazioni genetiche, malattie ereditarie e che l'embrione si sia dispiegato correttamente. Ciò porta la percentuale di successo durante l'impianto di un embrione di 5 giorni che ha superato il DPG all'80% al primo tentativo.

Per fare il DPG bisogna congelare le cellule, inviarle ad un laboratorio di genetica specializzato, quindi è fondamentale congelare gli embrioni in attesa che ritorni il risultato del test, e poi procedere alla stimolazione della donna gestante e l'impianto degli embrioni. Nei paesi in cui è consentito fare il DPG, USA, Canada e Ucraina, si può effettuare la selezione del sesso. Nei paesi in cui non è consentito, se vogliamo utilizzare questa tecnica per il nostro processo di maternità surrogata, possiamo fare la fecondazione in vitro in un paese in cui può essere fatto, come l'Ucraina, e lasciare che la donna gestante ritorni nel suo paese già incinta, dove si svolgerà il resto del processo di maternità surrogata.

I genitori che hanno i propri embrioni, ovuli o sperma congelati in una clinica e vogliono usarli, possono inviarli senza problemi in un altro paese dell'Unione Europea dove vengono svolti processi di maternità surrogata senza bisogno di alcuna autorizzazione da parte del Ministero della Salute. Se è al di fuori dell'UE, è obbligatorio e di solito questa autorizzazione non arriva, ma ci sono altri modi legali per inviarli.

4a fase Gravidanza per maternità surrogata

Se avete scelto un'agenzia o una clinica seria, si eseguirà un follow-up esaustivo della donna gestante:

Primo trimestre

- Riconoscimento e revisione della donna incinta da parte di un ginecologo ostetrico. Ultrasuoni alle settimane 6, 10 e 12. Chiarimento del termine di gravidanza e verifica dello stato della gestante. Creazione del calendario delle visite LCD. Raccomandazioni alla donna incinta per il trattamento con acido folico, integratori di ferro e multivitaminici. Ispezione del torace e controlli della forma del capezzolo.
- Analisi delle urine: analisi di proteine e batteri. A seconda del risultato, il ginecologo valuterà il funzionamento dei reni della donna incinta.
- Analisi del sangue: è uno dei metodi di screening più importanti. Viene utilizzato per controllare i livelli ormonali, rilevare malattie infettive, anemia, diabete, ecc.
- Misurazione della pressione sanguigna: il controllo della pressione sanguigna può ridurre il rischio di complicazioni per madre e bambino.
- Controllo del peso: controllo dell'aumento del peso della massa corporea. Dalla settimana 10 c'è un aumento di peso di circa 1 kg ogni mese. Durante la gravidanza, circa 10 kg di massa corporea sono aumentati tra peso fetale, liquido amniotico e placenta.

Secondo trimestre

- Riconoscimento e revisione della donna incinta da parte del ginecologo ostetrico. Ecografia alle settimane 16, 20 e 24. Viene valutato lo stato della donna incinta. Viene stabilito il programma delle visite LCD. Raccomandazioni alla donna incinta per il trattamento con acido folico, integratori di ferro e multivitaminici. Ispezione del torace e controlli della forma del capezzolo.
- Vengono seguiti i test di controllo del sangue, delle urine, della pressione sanguigna e del peso.
- Esami del sangue con precedente somministrazione di una soluzione orale di glucosio per determinare o rilevare il diabete gestazionale.
- Esame microscopico delle perdite vaginali. Per l'identificazione del processo infiammatorio (nel numero di leucociti nel sangue), infezioni latenti, candidosi, vaginiti batteriche, ecc.

Terzo trimestre

- Riconoscimento e revisione della donna incinta da parte del ginecologo ostetrico. Ecografia alle settimane 28, 32 e 36.
- Vengono seguiti i test di controllo del sangue, delle urine, della pressione sanguigna e del peso.
- Coagulazione: per valutare il rischio di sanguinamento al momento del parto e la possibilità o impossibilità di applicare l'anestesia epidurale.
- Misurazione della dimensione del bacino per decidere se ci sarà un parto naturale o con taglio cesareo.
- Test della glicemia
- Controlli aggiuntivi che il medico ritiene appropriati

Controlli aggiuntivi (se il medico lo ritiene opportuno)

- Gruppo sanguigno e fattore Rh: il fattore Rh è una proteina che la maggior parte delle persone ha sulla superficie dei globuli rossi. Se il fattore Rh è negativo (7%), è necessario prendere precauzioni durante la gravidanza. Questa analisi viene eseguita una volta al mese fino alla settimana 32-35 di gestazione e poi settimanalmente fino al parto.
- Test tossicologici: escludere che la donna incinta prenda droghe, alcol o fumi.
- Vari test casuali durante la gravidanza
- Consultazioni con specialisti: endocrino, oculista, medico ORL, nonché la necessità di eseguire un elettrocardiogramma (ECG).
- TORCH - infezione: si tratta di infezioni che possono causare difetti nel feto, come toxoplasmosi, rosolia, malattia di chagas, herpes o citomegalovirus. Se vengono trovati in una donna incinta, il medico prescrive una terapia speciale, misure di trattamento e una supervisione costante per il bambino e la donna gestante.
È importante che la clinica o l'agenzia che contrattate vi tenga informati, con documenti, di tutto ciò che accade. Perché è il vostro bambino.

La fecondazione in vitro (FIVET) è la tecnica di riproduzione assistita utilizzata nella maternità surrogata, in cui gli ovuli e gli spermatozoi sono uniti (in laboratorio). Dando origine ad embrioni che saranno trasferiti nell'utero della donna gestante.

In un procedimento di maternità surrogata sì. Nel caso della donna e futura madre. È possibile scegliere un programma individuale con ovuli propri.

In un procedimento di gravidanza surrogata sì, certamente. Può ricorrere alla donazione di ovuli sia che il partner sia maschio o femmina. In questi casi i programmi più indicati sono sono quelli con ovuli di donatrici con tentativi illimitati.

Se è interessato a saperne di più sul prezzo della maternità surrogata in Italia, La invitiamo a contattarci per prenotare una appuntamento telefonico gratuito. Raccomandiamo ai futuri genitori di consultare un avvocato specializzato in fertilità prima di procedere a realizzare un programma di maternità surrogata.

È un programma di maternità surrogata in Italia di GestLife, nel quale la clinica copre le spese di tutti i tentativi che siano necessari, per cicli e trasferimenti di embrioni finchè non sia in grado di rimanere incinta. Il vantaggio è che paga un prezzo fisso per il trattamento IVF.

in questi casi di procedimenti di maternità surrogata si raccomanda sempre realizzare una FIVET con ICSI, sia che la concentrazione o mobilità siano basse. A questo bisogna aggiungere la questione relativa alla morfologia spermatica quando incontriamo casi anormali, e valutare la possibilità di una diagnosi genetica preimpianto.

Se è interessato a saperne di più sul prezzo della gravidanza surrogata in Italia con diagnosi genetica preimpianto, La invitiamo a contattarci per prenotare una appuntamento telefonico gratuito. Raccomandiamo ai futuri genitori di consultare un avvocato specializzato in fertilità prima di procedere a realizzare un programma di maternità surrogata.

Per un procedimento di maternità surrogata in Italia in questo caso dovete mettervi in contatto con il nostro genetista, che verificherà la presenza/assenza di alterazioni genetiche responsabili di una malattia ereditaria nelle coppie portatrici di patologie genetiche. si analizzeranno sequenze specifiche di DNA.

Se è interessato a saperne di più la invitiamo a contattarci per prenotare una appuntamento telefonico gratuito, in modo da poterci esporre il suo caso e ricevere assistenza personalizzata.

In un procedimento di maternità surrogata la diagnosi genetica preimpianto (PGD) è una tecnica di laboratorio che permette di studiare il DNA degli embrioni e scartare quelli che presentano determinate anomalie ereditarie. Questa tecnica è particolarmente utile in caso ci siano casi di malattie genetiche o cromosomiche nella famiglia e si effettua all'interno dei programmi di Fecondazione in Vitro. O quando vogliamo conoscere il sesso del bebe o assicurarci che l'embrione impiantato non presenti anomalie genetiche.

In un procedimento di maternità surrogata viene consigliato a chiunque voglia effettuare uno studio preventivo degli embrioni prima dell'impianto alla gestante. Questo studio permette di controllare le 23 coppie di cromosomi, con il fine di poter avere un figlio sano.

In un procedimento di maternità surrogata con la PGD si possono studiare le anomalie preesistenti nella famiglia, o quelle più frequenti come la trisomia 21 o sindrome di Down, que viene sempre accompagnata da un grado importante de deficit intellettuale e permette aspettative di vita relativamente lunghe.

Le trisomie 13 e 18 hanno un tasso di mortalità molto alto, tanto intrauterino come alla nascita. Il feto appena nato con trisomía 13 (causa la sindrome di Patau: il figlio/a ha tre copie di materiale genetico del cromosoma 13) di solito muore nelle prime ore dal parto.

Nel caso della trisomia 18 (síndrome di Edwards), solo in rare occasioni raggiunge l'anno di vita. La seconda alterazione per frequenza, dopo la sindrome de Down, è la sindrome di Turner, che consiste nella perdita di un cromosoma sessuale.

In un procedimento di maternità surrogata la selezione del sesso significa conoscere il sesso del bebè prima di effettuare il trasferimento dell'embrione nell'utero della gestante. Si dovrà utilizzare la Diagnosi Genetica Preimpianto, nella quela si studia l'informazione cromosomica, inclusi i cromosomi sessuali XX ed il XY. Questa tecnica è l'unico metodo efficace, verificato al 100% per determinare il sesso del suo futuro figlio/a.

In un procedimento di maternità surrogata in Italia non è permessa la selezione del sesso. Tra i paesi nei quali questa selezione è permessa vi è l'Ucraina. Da molti anni mantiene una legislazione molto aperta e completa in materia di riproduzione assistita, che permette di studiare le cause dell'infertilità.

Il procedimento di maternità surrogata in Italia di solito dura tra i 12 e i 18 mesi partendo dalla firma dei contratti iniziali. A partire da ciò tutto dipende dal tempo necessario per raggiungere la gravidanza e che questa giunga a buon fine.

In un processo di maternità surrogata questa affermazione è totalmente falsa. Nei paesi in cui esiste una legislazione sulla maternità surrogata (ad eccezione del Regno Unito), la donna gestante non può tenere il bambino.
Questo si riflette già nel contratto prima di iniziare il trattamento. Spesso questo malinteso è dovuto al fatto che il paese dell'intenzione dei genitori richiede una deroga per essere autenticata. Ciò può implicare che la donna gestante abbia una possibilità, ed è dovuto al fatto che nel paese dei genitori d'intenzione non esiste una legge in materia, e nel tentativo di "adattare" il caso alla sua legislazione attuale, lo assimila come "adozione" da parte del secondo coniuge, e nelle adozioni è richiesta la rinuncia della madre biologica. In Ucraina, quindi, la gestante non ha alcun diritto sul bambino.

In un processo di maternità surrogata, il maggior numero di donne gestanti sostiene che uno dei motivi principali è quello di aiutare un'altra donna che non può essere madre a diventarlo. Sono loro stesse madri, e capiscono come si sente una donna che non può essere madre. Dopo tutto, il loro bambino è tutto per loro, e non concepiscono il mondo senza il loro figlio.
Questo le rende molto empatiche nei confronti di coloro che non possono avere figli. Il denaro non è tutto. Forse alcune donne gestanti hanno motivi economici. Ma in GestLife analizziamo ogni caso, per essere sicuri che tra le loro motivazioni quella economica non sia l'unica.

Durante un processo di maternità surrogata, la donna incinta vive a casa con la sua famiglia, il che le permette di avere l'equilibrio emotivo e l'affetto della sua famiglia.

In un processo di maternità surrogata il primo metodo di selezione delle donne gestanti è il colloquio psicologico. In molti paesi è obbligatorio avere un esame psichiatrico e devono fornire prove come un certificato tossicologico o un certificato penale. Se superano i test psicologici, si inizia la parte medica. Nella revisione con il referto medico, vengono effettuati altri test e si conclude con una diagnosi.

Se i risultati dei test non sono conformi alla norma, la donna gestante viene informata dei motivi per cui non è consigliabile effettuare tale trattamento.

Se i risultati sono positivi, questo porta alla partecipazione al programma di maternità surrogata, il medico-riproduttore elabora un piano di trattamento.


In un processo di maternità surrogata tra un test e l'altro troverete prove come: Uorografıa. - Esame terapeutico e rapporto sullo stato di salute. - Consulta psichiatrica. - Consulenza genetica. - Esami del sangue per RW, HIV, НвsAg, Epatite C - Gruppo sanguigno e fattore Rh. - Esame del sangue completo. - Emostasiiogramma. - Test di chimica del sangue. - Rilevamento citogenetico. - L'analisi delle urine. – Striscio della flora. - Esame citologico dello striscio cervicale - esame del bacino - Esame ad ultrasuoni degli organi pelvici - Esame dei materiali del canale cervicale (clamidia, micoplasma, ureaplasma, gonorrea, HSV, CMV) Tra molti altri...

In un processo di maternità surrogata in Italia, la donna gestante è una donna che offre la sua capacità di far nascere il figlio di un'altra persona o di una coppia. La sua unica funzione è quella di gestazione e di far nascere il figlio dei futuri genitori. La donna gestante non contribuirà mai con i propri ovuli, quindi non si instaurerà alcun rapporto genetico con il bambino. Infatti, nella maggior parte dei paesi è proibito per legge che una donna gestante contribuisca con il proprio materiale genetico. Se i futuri genitori non possono contribuire con i gameti, dovrebbero ricorrere alla donazione di gameti.

Sono i genitori che non possono diventare genitori in nessun altro modo e si rivolgono alla maternità surrogata come soluzione.

In un processo di maternità surrogata in Italia, tutti i tipi di persone possono diventare genitori, indipendentemente dal loro stato civile, dal sesso o dall'orientamento sessuale.

In Italia la maggior parte delle coppie eterosessuali con problemi di fertilità sono coppie eterosessuali, ma possono anche essere single e non sposate che con la maternità surrogata è la loro unica possibilità di avere un figlio biologico.
I futuri genitori dovrebbero tenere presente che nei paesi in cui la maternità surrogata è disciplinata dalla legge è consentita.

Non c'è paese migliore di un altro per effettuare un processo di maternità surrogata in Italia. Dobbiamo semplicemente prendere in considerazione diversi aspetti che dobbiamo considerare nella scelta di una destinazione:

• Tipo o modello di famiglia

• Legislazione di tipo maternità surrogata

• Ragioni mediche per non essere in grado di gestare

• Prezzo del trattamento

• Determinazione della filiazione

• Necessità di donare ovuli e/o sperma

• Scelta e rapporto con la donna gestante

• Disponibilità a viaggiare

Il trattamento di maternità surrogata in Italia è un processo costoso e i futuri genitori devono essere preparati finanziariamente prima di iniziare tale trattamento. Ci sono molte variabili che influenzano il costo della maternità surrogata in Italia... come il luogo in cui avviene, la scelta del trattamento con i propri ovuli o ovodonazione, il numero di cicli/trasferimento embrionale, ecc... Se siete interessati a saperne di più sui costi dei programmi di maternità surrogata in Italia, vi invitiamo a contattarci per prenotare una consulenza telefonica gratuita. Si consiglia ai futuri genitori di consultare un consulente per la fertilità prima di procedere con un programma di maternità surrogata.

Probabilmente avete analizzato altre alternative per svolgere il vostro processo di maternità surrogata in Italia. Spesso e con la sana intenzione di risparmiare, molti genitori considerano la possibilità di fare il processo da soli, senza l'aiuto di professionisti. Considerate per un momento, se per un divorzio o per una causa con una macchina con cui avete avuto un incidente, o di fronte a un licenziamento, se avete il coraggio di essere il vostro avvocato. la risposta è ovviamente "NO". Spesso (si ripete ogni trimestre), vediamo genitori che sono intrappolati in un paese, perché non sanno come far uscire il bambino, e che ci sono andati da soli, e hanno commesso errori fondamentali, o per semplice ignoranza. Le conseguenze sono terribili: soggiorni interminabili, a volte per mesi, in un paese, impossibilità di registrare il bambino, ecc... Economico è costoso. Svolgere un processo di maternità surrogata con GestLife è sinonimo di fiducia, il vostro processo sarà nelle mani di veri professionisti con una vasta esperienza e più di 500 genitori felici alle spalle, con tutte le garanzie.

In Gestlife offriamo programmi di maternità surrogata in Italia dai seguenti paesi:

MATERNITÀ SURROGATA IN UCRAINA - Coppie eterosessuali sposate

MATERNITÀ SURROGATA IN GEORGIA - Coppie eterosessuali sposate e non sposate.

MATERNITÀ SURROGATA IN GRECIA - Coppie eterosessuali sposate e non sposate e donne single.

MATERNITÀ SURROGATA IN RUSSIA - Coppie eterosessuali sposate e non sposate Donne single, uomini single o coppie omosessuali.

MATERNITÀ SURROGATA IN USA FLORIDA - Coppie eterosessuali sposate e non sposate. Donne single, uomini single o coppie omosessuali.

Possiamo anche consigliarvi su altri paesi in cui alcune persone svolgono o hanno svolto processi di maternità surrogata, sempre con la sicurezza e la garanzia come premessa nel processo.
Se siete interessati a saperne di più sul prezzo di una maternità surrogata in Italia, vi invitiamo a contattarci per prenotare una consulenza telefonica gratuita. Si consiglia ai futuri genitori di consultare un consulente per la fertilità prima di procedere con un programma di maternità surrogata.

Gestlife agenzia di maternità surrogata in Italia
maternità surrogata

Quali tipi di maternità surrogata esistono?

La maternità surrogata commerciale o la maternità surrogata altruista Maternità surrogata tradizionale o maternità surrogata gestazionale Maternità surrogata extrafamiliare o maternità surrogata intrafamiliare

Cos'è la maternità surrogata commerciale? Cos'è la maternità surrogata altruista?

maternità surrogata commerciale o la maternità surrogata altruista Maternità surrogata tradizionale o maternità surrogata gestazionale Maternità surrogata extrafamiliare o maternità surrogata intrafamiliare

Cos'è la maternità surrogata tradizionale? Cos'è la maternità surrogata gestazionale?

La maternità surrogata è anche classificata secondo il rapporto genetico, di solito si parla di maternità surrogata gestazionale o completa (FGD) e di maternità surrogata tradizionale o parziale (AMR). A causa della complessità giuridica ed emotiva, la maternità surrogata gestazionale è la più comune e raccomandata.

Quali sono le differenze tra la maternità surrogata commerciale e la maternità surrogata altruista?

La maternità surrogata commerciale si verifica quando viene concordata con la donna gestante una compensazione finanziaria specifica per il processo di maternità surrogata. Nei paesi che hanno una legislazione specifica che sviluppa il diritto del genitore o dei genitori (voi o voi) di effettuare una procedura di maternità surrogata. Queste legislazioni ritirano i diritti delle donne incinte e li concedono ai genitori.

Questi paesi hanno leggi redatte dai loro parlamenti, o successivamente modificate da sentenze di alti tribunali, come la Corte costituzionale, che consentono ad alcuni individui di condurre il procedimento.

Anche se non ci piace questo nome, si riferisce a una legislazione che permette alla donna gestante di ricevere un risarcimento concordato tra le parti, senza porre limiti.
La maternità surrogata altruista si verifica quando una donna desidera effettuare il processo di maternità surrogata per gestazione del futuro figlio di un altro senza compensazione finanziaria. Nella maggior parte dei paesi in cui questo tipo di maternità surrogata altruistica viene praticata, vengono firmati accordi di maternità surrogata, la donna incinta ha un rapporto stretto con i genitori previsti (familiare/amico intimo).

Il tipo di legislazione nei paesi che hanno la maternità surrogata altruista, un massimo è stabilito per il risarcimento che la donna gestante può ricevere, poiché la legge intende che la donna incinta non si arricchisca.

Chi sono i Genitori Destinatari?

Nei processi di maternità surrogata sono chiamati anche i Genitori Definitivi, poiché sono la persona o le persone che hanno cercato per anni di avere un figlio biologico o adottato, naturalmente o attraverso il processo in vitro, e non ci sono riuscite.

I genitori designati sono tipi di coppie e individui di diversa condizione sociale o preferenza sessuale, come le donne single e le coppie eterosessuali che lottano contro l'infertilità e l'incapacità di avere un figlio che non sono in grado di portarlo a termine da soli a causa dell'infertilità o dei rischi per la salute. O anche uomini single o coppie di uomini gay dello stesso sesso che sono alla ricerca di un bambino e non possono ricorrere all'adozione.

Per scegliere il posto migliore per realizzare il vostro sogno di genitori, vi consigliamo di contattare un consulente familiare della GestLife.

Poiché in alcuni paesi europei (Spagna, Francia, Italia, Germania, ecc.) il processo di gestazione per sostituzione non è regolamentato, deve essere effettuato un processo di filiazione.

Cos'è la filiazione?

La filiazione è il rapporto giuridico che si instaura tra genitori e figli, da cui deriva una serie di diritti e doveri.

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU), con sede a Strasburgo, lo ha chiarito molto bene e ha emesso due sentenze, sostanzialmente identiche nelle loro motivazioni, condannando lo Stato francese per aver impedito la registrazione dei bambini nati attraverso la maternità surrogata con il riconoscimento della loro filiazione attraverso la maternità surrogata contratta dai genitori francesi. Questi sono i cosiddetti casi Mennensson e Labasse, con i quali ha stabilito un'importante dottrina.

"La Corte europea dei diritti dell'uomo, tuttavia, ritiene che questa presunta efficacia extraterritoriale di tali norme sia nell'interesse dei bambini. Essa afferma che ciò li priva di alcuni dei contenuti essenziali del loro diritto alla privacy, garantito dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali. E afferma che non possono essere lasciati in una situazione di incertezza giuridica su aspetti essenziali della loro stessa identità, come la nazionalità e la parentela, che deriverebbero da un tale rifiuto di registrazione".

Ecco perché vi consigliamo di contattare un consulente familiare della GestLife se desiderate diventare genitori.

maternità surrogata

Gestlife sul Cellulare

Scaricate la applicazione GestLife sul cellulare, registratevi ricevererete le informazioni per richiedere il vostro programma di Maternità surrogata in Italia. Potrete accedere alle informazioni relative ai procedimenti di maternità surrogata sia per paese che accedere a tutte le informazioni della pagina.

Una applicazione web di Gestlife per semplificare la richiesta di programmi ed informarvi riguardo i nostri servizi

maternità surrogata
gravidanza surrogata
maternità surrogata
Cos'è la maternità surrogata extrafamiliare?
Cos'è la maternità surrogata intrafamiliare?

Come abbiamo detto, la maternità surrogata prevede che una donna rimanga incinta e dia alla luce un bambino per una coppia che vuole avere un figlio ma non può. La madre gestante è la donna che porta in grembo e dà alla luce il bambino per i futuri genitori.

La maternità surrogata intrafamiliare è la scelta di una donna incinta all'interno della propria famiglia. La maternità surrogata extrafamiliare non comporta alcun tipo di rapporto familiare.

La scelta di ogni tipo di maternità surrogata è di solito condizionata dalle leggi dei paesi in cui effettueremo il processo e dalle leggi del padre per filiazione. Consultare la filiazione del padre secondo il suo paese d'origine.

Che cos'è il trattamento di fertilità della maternità surrogata?

È una tecnica di riproduzione assistita umana (ART).

Il trattamento di fecondazione in vitro (FIVET) è una delle varie tecniche disponibili nel processo di maternità surrogata per aiutare le coppie e gli individui che hanno difficoltà ad avere un bambino.

Durante il trattamento di FIVET, gli ovuli vengono rimossi dalle ovaie della donna e messi in vitro (in una provetta, da cui deriva la parola "vitro"). L'ovulo viene poi fecondato dallo sperma in laboratorio. L'ovulo fecondato dallo sperma viene chiamato embrione e viene impiantato nell'utero della donna gestante, dove si prevede che si sviluppi in una gravidanza sana.

Insieme al trattamento di fecondazione in vitro, in laboratorio viene effettuata l'iniezione intracitoplasmatica di spermatozoi (ICSI). Questo trattamento prevede l'iniezione di un singolo spermatozoo direttamente nell'ovulo. L'ICSI è raccomandato per le coppie in cui l'uomo ha un basso numero di spermatozoi o una bassa motilità spermatica, rendendo meno probabile che gli spermatozoi fecondino l'ovulo da soli. Per questo motivo l'inseminazione artificiale è sconsigliata.

Ricordate che, nella maternità surrogata tradizionale, la donna gestante utilizza il proprio ovulo in modo da poter effettuare un'inseminazione artificiale.

Nella maternità surrogata tradizionale o parziale, la donna gestante non ha alcun legame biologico con il bambino. La fecondazione in vitro (FIVET) viene eseguita con l'ovulo della futura madre o di una donatrice e lo sperma del futuro padre.

Concetti legali della maternità surrogata

Nel nostro paese, l'articolo 562.- Testamento procreativo, prevede che "I nati attraverso le tecniche di riproduzione umana assistita sono figli della persona che ha partorito e dell'uomo o della donna che ha anche dato il suo previo, informato e libero consenso ai sensi degli articoli 560 e 561, debitamente iscritti nel Registro dello Stato Civile e della Capacità Personale, indipendentemente da chi ha contribuito ai gameti.
Questi postulati sono legati al quadro internazionale dei diritti umani e alla giurisprudenza della Corte Interamericana dei Diritti Umani, che riconosce e consolida i diritti all'autonomia personale, il diritto alla salute riproduttiva e l'accettazione di progetti di vita familiare, come il riconoscimento esplicito e inconfutabile del diritto a formare una famiglia, legato al diritto alla maternità e l'abolizione di qualsiasi atto o decisione che mina o discrimina le persone che, a causa della loro condizione di vulnerabilità, sia per la loro condizione fisica dovuta al sesso, sia per circostanze economiche, trovano limitati o limitati i loro diritti fondamentali.
Pertanto, in un processo di maternità surrogata in Argentina e nel resto dei paesi dell'America Latina, i bambini nati all'estero attraverso la maternità surrogata non dovrebbero essere privati di questo diritto. Pertanto, questi paesi devono riconoscere la filiazione nel paese d'origine dell'intenzione dei loro genitori.


In un processo di maternità surrogata in Italia, i contratti firmati per generare un figlio attraverso la maternità surrogata non sono riconosciuti dalla legislazione argentina in vigore, essendo nulli nella loro interezza.
Fortunatamente la maternità surrogata è legale in altri paesi come Ucraina, Russia, Georgia, Kazakistan, Grecia, Stati Uniti, ecc. Tra le altre cose. La Costituzione Italiana riconosce il diritto di ogni persona di essere, individualmente, chi vuole essere, senza coercizioni, controlli o impedimenti ingiustificati. E in questo senso, diversi Trattati sui diritti umani, ratificati dallo Stato argentino, a cui si fa riferimento negli articoli 1 e 2 del Codice civile e commerciale; e dalla stessa Costituzione, come previsto dall'articolo 19 Bis, che fa riferimento alla "protezione integrale della famiglia" in modo ampio e indeterminato.


In un processo di maternità surrogata ci sono due casi diversi, nei paesi in cui è prevista una sentenza del tribunale prima o dopo la nascita di nostro figlio. Ad esempio, in Grecia, poiché il processo si svolge sotto la supervisione di un tribunale e il governo greco emette una sentenza sulla paternità, il governo argentino ammette la registrazione dei bambini nati da una maternità surrogata in Grecia, a nome dei due genitori che sono i genitori, senza successive adozioni o periodi di attesa.
In un processo di maternità surrogata nei paesi in cui non abbiamo una sentenza, come nel caso dell'Ucraina o della Russia, i genitori otterranno un certificato di nascita con i loro nomi, e poi, in Italia, saranno registrati nel Registro Civile italiano, come risultato di ciò.
Ciò significa, da un lato, che in un processo di maternità surrogata dovremo eseguire alcune procedure legali nel paese di nascita del bambino per ottenere un certificato di nascita e un passaporto da quel paese. E poi, in Argentina, basta andare all'anagrafe per la registrazione.


Lo scorso settembre, la Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU), che aveva già condannato la Francia nel 2014 perché riteneva che le minorenni fossero "in una situazione di incertezza giuridica". La Francia dovrà riconoscere una sorta di filiazione ai genitori di intenti

Il tribunale ha ritenuto che, se non si voleva letteralmente trascrivere gli atti di nascita originali, era accettabile la via dell'adozione proposta dalla Francia e che si ritiene sarà quella proposta dal governo come norma per il futuro. Tuttavia, in considerazione del tempo passato -le figlie dei Mennesson sono ormai maggiorenni- il Tribunale Supremo ha deciso che con questa famiglia questa via non era più adeguata e ha ordinato, solo in questo caso concreto", di procedere alla "trascrizione degli atti di nascita stranieri" -dove Sylvie Mennesson appare come "madre legale"- nel registro francese per "riconoscere il legame nel quadro del rispetto del diritto alla vita privata dei figli".

In un processo di maternità surrogata, il congedo di maternità è strettamente legato al fatto del parto. Per ottenere il congedo di maternità è sufficiente presentare un certificato di nascita rilasciato dal corrispondente Ufficio del Registro Civile, al fine di accreditare la maternità e godere di un meritato congedo, per potersi prendere cura dei propri figli. Se siete interessati a conoscere i prezzi per la maternità surrogata in Italia o per saperne di più sulla maternità surrogata, vi invitiamo a contattarci per prenotare una consulenza telefonica. Consigliamo ai futuri genitori di consultare un avvocato specializzato prima di procedere alla richiesta di un congedo materno o paterno per un bambino nato attraverso la maternità surrogata.

maternità surrogata

Tutto sulla maternità surrogata in Italia

.
CONVINZIONE VERO O FALSO? OSSERVAZIONI GESTLIFE
Solo i processi con la maternità surrogata negli USA offrono garanzie legali FALSO Paesi come la GRECIA, la RUSSIA o l'UCRAINA sono affidabili quanto gli Stati Uniti dove si svolgono i processi con la gravidanza surrogata. Le agenzie americane, di solito sconsigliano le altre destinazioni, come metodo sleale per poter competere, dato che i prezzi negli USA sono molto più alti di quelli di questi paesi.
Le madri in altri paesi sono sfruttate nei procedimenti di maternità surrogata FALSO UCRAINA, GRECIA e RUSSIA, hanno una legislazione di lunga data, che si occupa delle madri surrogate. Nessun paese è libero da pratiche immorali o illegali condotte da qualsiasi agenzia, che violino i diritti delle madri. Ma è per questo che GESTLIFE è lì per garantire, attraverso i propri uffici, le condizioni di vita delle madri. La maggior parte dei programmi GESTLIFE sono realizzati con madri selezionate da GESTLIFE, garantendo le loro condizioni di vita.
I programmi con la maternità surrogata a prezzo fisso sono una truffa FALSO Le agenzie che fanno pagare i programmi con la maternità surrogata a prezzo variabile (sappiamo quando costa iniziare, ma mai quanto costerà alla fine) non hanno altri argomenti. Pagare un prezzo fisso è sempre meglio di un prezzo variabile che può crescere fino a rovinare la nostre finanze.
Un procedimento con la maternità surrogata è un processo semplice che posso gestire da solo FALSO Un procedimento con la maternità surrogata è molto complicato. C'è un misto di legislazioni contraddittorie di due paesi, ostacoli burocratici da parte delle amministrazioni dei paesi di destinazione che non accettano queste tecniche, un processo medico difficile, e il soggiorno in paesi sconosciuti, con un'altra lingua. Se assume un avvocato per una semplice consulenza di lavoro, ha davvero intenzione di affrontare un processo così complicato da solo? Potrebbe essere vittima di inganni, truffe e rapine da parte di persone alla ricerca di genitori disperati senza un supporto efficace.
È meglio rivolgersi alle agenzie con la gravidanza surrogata direttamente nel paese di destinazione. Si risparmia sugli intermediari. FALSO Alcuni genitori, pensando di risparmiare, si rivolgono direttamente ad un'agenzia in un paese straniero. Ma si dimenticano che l'agenzia si occuperà solo del processo medico, e non della parte legale con il Consolato. Inoltre, ci si dovrà occupare del follow-up dell'intero processo. Bisogna essere molto coraggiosi o molto spericolati.
È meglio rivolgersi ad una agenzia con la maternità surrogata piccola. Il trattamento è più personalizzato. FALSO Crescono come funghi queste piccole "aziende", che dopo un procedimento con la maternità surrogata personale, pensano di recuperare i soldi spesi, vendendo programmi con la maternità surrogata. Ottime intenzioni, ma nessuna struttura nel paese di destinazione, né conoscenze giuridiche, può far fallire un intero processo, nel momento in cui sorgono problemi (e spesso accade).
Farlo con GESTLIFE è molto più costoso e ci sono altre agenzie che offrono lo stesso per molto meno. FALSO GESTLIFE realizza programmi di gravidanza surrogata in tutti i paesi in cui la maternità surrogata è legale e offre le necessarie garanzie. In questo modo non siamo obbligati ad offrirvi l'unica destinazione che abbiamo, come se fosse una meraviglia, né di mostrare altri paesi, per il semplice motivo che non li abbiamo tra i nostri programmi. In GESTLIFE le consigliamo il programma che più si adatta alle sue esigenze, non perché non abbiamo un'altra destinazione da offrirvi.
Scopri le esperienze dei nostri clienti riguardo la Maternità Surrogata in Italia
Testimonianza sulla maternità surrogata

Testimonianza di Edoardo e Michele

Ancora non ci crediamo! Sono già passati due mesi e mezzo da quando siamo tornati a casa con i nostri figli e tutto sembra ancora un sogno. Ci sono state tante difficoltà ed impedimenti che mai avremmo pensato di poter vivere una scena familiare come questa. Non troviamo le parole per ringraziare la nostra gestante e Gestlife per tutto quello che hanno fatto per noi. Per tutti quelli che leggano e che vogliano avere figli, sapranno senza dubbio che non ci sono soldi nel mondo per pagare quello che si desidera. Lasciamo questo messaggio per ringraziare soprattutto per il risultato: i nostri due bellissimi bambini.

Testimonianza di una coppia sulla maternità surrogata

Testimonianza di Rosa e Giuseppe

Siamo totalmente soddisfatti del trattamento ricevuto durante il programma di maternità surrogata. In ogni momento ci siamo sentiti accolti, informati e assistiti molto bene durante i nostri due viaggi a Kiev. Abbiamo avuto un numero di emergenza 24 ore su 24 che era essenziale per il nostro bambino quando ha avuto le coliche. Sono arrivati dopo 30 minuti e ci hanno accompagnato in ospedale. E tutto in italiano. Non si realizzano questi servizi fino a quando non ne avete bisogno. Il pediatra era ogni giorno nel nostro appartamento ci visitava e controllava il piccolo. La nostra classificazione è 5 stelle, sono persone affidabili su cui potete contare in qualsiasi momento.

Testimonianza sulla maternità surrogata

Testimonianza di Valentino e Luisa

Vogliamo ringraziare Gestlife per il loro grande aiuto! Nove anni fa abbiamo fatto il primo tentativo per concepire, ma erano tutti negativi. Eravamo davvero disperati e abbiamo deciso di ricorrere alla maternità surrogata e abbiamo scritto a diverse agenzie chiedendo informazioni. Abbiamo ricevuto una risposta e un preventivo affidabile da Gestlife. La cosa peggiore è stato il periodo dalla stimolazione e la conferma della gravidanza. Eravamo molto nervosi, pieni di tensione. Ma tutto è svanito quando ci è stato detto che la Beta della gravidanza era positiva, che poche settimane dopo è stata confermata con un'ecografia. Era un misto di gioia, lacrime ed emozioni. Alla fine saremmo diventati genitori molto presto. Ora nostro figlio ha due mesi e siamo la famiglia più felice del mondo.

Contattateci


Siamo qui per guidarvi e risolvere qualsiasi dubbio che abbiate riguardo i procedimenti di maternità surrogata e dei servizi che offriamo in GestLife.

Programmare chiamata

Indicateci giorno ed ora e vi chiameremo senza impegno.

HAZ CLICCATE QUI

Informazioni con chiamata

Se desiderate che vi contattiamo per telefono

HAZ CLICCATE QUI

Informazioni senza chiamata

Se volete informazioni senza essere contattati telefonicamente.

HAZ CLICCATE QUI

Contatto telefonico

Se volete chiamarci ora
+34 935 241 582

HAZ CLICCATE QUI

Contattateci

Siamo qui per guidarvi e risolvere qualsiasi dubbio che abbiate riguardo i procedimenti di maternità surrogata e dei servizi che offriamo in GestLife.

Programmare chiamata

Se desiderate programmare una chiamata, indicateci giorno e ora per potervi contattare.

CLICCATE QUI

Informazioni con chiamata

Se desiderate che vi contattiamo per telefono

CLICCATE QUI


Informazioni senza chiamata

Se volete informazioni senza essere contattati telefonicamente.

CLICCATE QUI

Contatto telefonico

Se volete chiamarci ora
+34 935 241 582

CLICCATE QUI


Pubblica un commento



0 Commenti

Contattateci


Siamo qui per guidarvi e risolvere qualsiasi dubbio che abbiate riguardo i procedimenti di maternità surrogata e dei servizi che offriamo in GestLife.



PROGRAMMARE CHIAMATA

Se desiderate programmare una chiamata, indicateci giorno e ora per potervi contattare.

CLICCATE QUI




INFORMAZIONI CON CHIAMATA

Se volete informazioni
e che vi contattiamo per telefono

CLICCATE QUI





INFORMAZIONI VIA EMAIL

Se volete informazioni
senza essere contattati telefonicamente.

CLICCATE QUI

CONTATTO TELEFONICO

Se volete chiamarci ora
+34 935 241 582

CLICCATE QUI



La genitorialità ha cambiato le nostre vite. C'è stato un prima e un dopo. E il dopo, è stato molto meglio. Quindi abbiamo iniziato anni fa questo viaggio, per rendere reale l'irreale, e possibile l'impossibile. Oggi siamo più di 100 persone in 7 paesi.


Redes sociales